Social

Cerca nel sito

Test Irta, giro veloce e BMW a Stoner

Con un tempo strepitoso, l’australiano…

Test Irta, giro veloce e BMW a Stoner

…ha ottenuto la prima vittoria dell’anno, aggiudicandosi il giro veloce e la BMW Sauber (un gioiellino da 80.000 euro) messa in palio dalla Dorna. La pista di Jerez non è mai stato il terreno ideale per il binomio Ducati-Stoner, ma il tempo fatto segnare ha definitivamente fatto capire che il nuovo telaio in carbonio ha migliorato moltissimo la ciclistica della MotoGP italiana.

 

Ma non solo, Casey ha anche fatto capire a tutti, soprattutto a Valentino Rossi, che è lui il pilota da battere. Rossi, dal canto suo, può recriminare il fatto di aver trovato Elias sulla strada durante il suo miglior giro, mentre non è più una sorpresa la Suzuki che porta Capirossi a siglare il terzo miglior tempo.

 

Casey Stoner
“Non ho parole, non so da dove sia venuto fuori questo tempo, soprattutto considerando che siamo a Jerez, una pista che né io né la mia moto abbiamo mai digerito e dove non sono mai salito sul podio! Le ultime due gare qui per noi sono state molto difficili ma ieri pomeriggio abbiamo trovato qualcosa che ci ha fatto pensare di poter essere più competitivi. Si tratta di un passo molto ma molto importante. Questa mattina abbiamo cambiato ancora qualcosa ma anche se il feeling è stato immediatamente buono, la direzione non era ancora quella giusta. Eravamo ad un buon livello ma ci serviva qualcosa di più. Prima della qualifiche abbiamo cercato più trazione modificando il posteriore ma non mi aspettavo comunque molto anche perché pensavo che gli altri avrebbero alzato la posta. In effetti tanti si sono migliorati quindi ho tirato di più per non farmi riprendere. E’ venuto fuori questo tempo, che non avrei davvero pensato di poter fare, quindi un grande grazie alla mia sqaudra. E’ un bel boost in vista dell’inizio del mondiale ma è in Qatar che le cose si faranno serie. Cercherò di usare le due settimane che mancano all’inizio della stagione per migliorare dal punto di vista fisico, allenandomi. Il polso è in continuo miglioramento, non mi crea problemi nella guida e i muscoli del braccio si stanno rafforzando, quindi posso cominciare ad allenarmi più duramente per cercare di essere pronto il 12 aprile. Non vedo l’ora che cominci la stagione”.

 

Valentino Rossi
"È stato un buon turno. Abbiamo lavorato tanto e il passo di gara è veloce. Non sarei riuscito a fare 38''6, ma avrei potuto migliorare il mio crono. C'è stata un po' di confusione con la bandiera rossa, poi sono stato rallentato da Elias quando avevo il casco rosso nel primo settore. Abbiamo un potenziale più alto, ma Stoner ha fatto un gran tempo". Il setting è buono. In mattinata ho fatto il mio miglior giro dopo 25 giri. Possiamo dire di esser pronti per l'inizio di stagione".

 

Loris Capirossi
“Penso che sia stata una giornata molto positive, specialmente questa mattina perchè abbiamo trovato un buon settaggio che ha reso la moto molto semplice da portare al limite. Abbiamo lavorato duramente per collaudare diverse novità e posso dire che siamo migliorati tantissimo rispetto alla passata stagione. In ogni test siamo sempre riusciti a essere competitivi e la terza posizione conquistata oggi fa ben sperare, anche se dobbiamo continuare a lavorare sodo come abbiamo fatto fino a ora”.

 

Nicky Hayden
“Questa mattina abbiamo fatto dei piccolo passi in avanti quindi sono riuscito a fare dei giri abbastanza buoni ma le qualifiche sono state molto difficili. Abbiamo fatto delle modifiche nell’intervallo del pranzo ma queste hanno richiesto troppo tempo per essere completate e ho perso i primi dieci minuti della sessione. Poi quando sono uscito, la frizione ha cominciato a fare i capricci ed ho dovuto passare alla moto due, che avevo usato molto poco durante il fine settimana e che mi dava un feeling abbastanza diverso. Avrei voluto essere più vicino a Casey, che ha dimostrato molto bene di cosa sia capace questa moto, ma ormai siamo arrivati all’inizio del mondiale quindi andremo in Qatar, ci impegneremo al massimo e vedremo cosa succede. Non vedo l’ora che cominci la stagione”.

 

Jorge Lorenzo
“La cosa importante è che abbiamo trovato un feeling molto buono e finalmente mi sento pronto alla lotta per il podio alla prima gara in Qatar. Ieri è andata molto meglio ma oggi le temperature erano molto più basse ed è stato difficile essere veloci perché le condizioni erano molto diverse. Oggi poi Stoner era veramente molto veloce con le gomme morbide e io non avevo possibilità per andare a prenderlo.”

 

Toni Elias
“Oggi le condizioni erano molto difficili a causa della temperatura dell'asfalto più bassa, ma probabilmente lo erano per tutti tranne che per Stoner!  Non siamo soddisfatti di essere a 1'.6  distanti dal suo miglior tempo ma al momento è tutto ciò che possiamo fare tenuto conto degli attuali problemi di setting. La cosa importante è che, così come era avvenuto già in Qatar,  abbiamo capito in quale direzione dobbiamo lavorare anche se ovviamente la soluzione ai problemi non la potevamo trovare su questo circuito. Dobbiamo comunque avere pazienza poiché la moto di base è buona, abbiamo a disposizione un buon pacchetto e un grande team. Ci serve solo un po’ più di tempo per lavorare. Abbiamo raccolto molte informazioni in Qatar e non vedo l'ora di tornarci.”

 

Alex De Angelis
“Purtroppo ieri ho buttato via una gomma nuova nella caduta quindi oggi sono stato costretto a girare con una copertura già usata...sicuramente non la migliore maniera per provare nuove soluzioni. Il passo non era un granchè ma lavoreremo duro per essere della partita in Qatar. Il problema di oggi è stato portare la gomma in temperatura…per fortuna le temperature saranno più calde con l’avvio della stagione. Guardo il futuro prossimo comunque con molto ottimismo.”

 

Niccolò Canepa
“Giornata di grandi emozioni. Ho fatto la mia prima foto ufficiale con i grandi della MotoGP. Poi abbiamo fatto una foto con tutti i piloti Italiani, quasi volevo chiedere se potevo fargliela io la foto. Ero al fianco di Vale, Macho, Loris, Dovi e De Angelis. Poi però le cose non sono andate troppo bene per me durante le prove ufficiali, come d’altronde è stato ieri. Non riuscivo a essere veloce in curva e perdevo troppo tempo. In Qatar spero le cose vadano meglio. Sicuramente non mi demoralizzo facilmente e continuerò a dare il massimo.”

 

Yuki Takahashi
"Sono soddisfatto dei miglioramenti ottenuti durante le tre giornate. Oggi, in particolare, ci siamo dedicati al retrotreno. Ho sfruttato la pioggia del pomeriggio per capire come si comporta la Honda con il bagnato, e mi pare che il carattere rimanga più o meno lo stesso di quello che mostra sull'asciutto. Per me, il tempo è sempre poco."

 

Classifica
1  Casey Stoner (Ducati) 1'38.646
2  Valentino Rossi (Yamaha) 1'39.365
3  Loris Capirossi (Suzuki) 1'39.757
4  Jorge Lorenzo (Yamaha) 1'39.829
5  Chris Vermeulen (Suzuki) 1'39.848
6  Mika Kallio (Ducati) 1'40.149
7  Andrea Dovizioso (Honda) 1'40.168
8  Sete Gibernau (Ducati) 1'40.228
9  Toni Elias (Honda) 1'40.266
10  Colin EDWARDS (Yamaha) 1'40.305
11  Nicky Hayden (Ducati) 1'40.401
12  Marco Melandri (Hayate) 1'40.405
13  Randy De Puniet (Honda) 1'40.646
14  Yuki Takahashi (Honda) 1'40.814
15  Alex De Angelis (Honda) 1'40.869
16  James Toseland (Yamaha) 1'41.425
17  Vittoriano Guareschi (Ducati) 1'41.485
18  Niccolo Canepa (Ducati)  1'41.551
19  Kousuke Akiyoshi (Honda) 1'42.206

Tutto su:

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia

Voglio fare il tester

Acquista il libro online