Social

Cerca nel sito

Spies è il nuovo fenomeno della Superbike

Pole, giro veloce e doppietta. Il texano…

…ha letteralmente sbancato il circuito di Losail, facendo incetta di tutti i primati e lasciando agli avversari solo le briciole. La Yamaha va forte ed è una moto perfettamente a punto ma le prestazioni del rookie non lasciano spazio a dubbi: in questo momento è lui il più forte, quello che può gestire la gara con tranquillità e sferrare l’attacco decisivo come e quando vuole.

"È stata una gara 1 estremamente dura. Sono riuscito a partire bene e ad agganciarmi a Nori e Max dopo pochi giri. Ognuno di noi tre era più forte in diversi punti del circuito e questo ha reso il duello veramente interessante. È stata dura passarli. Ci sono riuscito quando Nori ha provato a superare all’interno Max: mi ha dato la possibilità di infilarmi, poi Max è andato largo e ho passato anche lui. Una volta in testa ho provato a spingere cercando però di guidare il più pulito possibile e sono riuscito ad accumulare un vantaggio sufficiente per vincere. In gara 2, all’inizio Nori ha imposto un buon ritmo per alcuni giri e io ho cercato solo di tenermi a contatto. Quando ha iniziato a calarlo ho ragionato se ci fossero le condizioni per provare ad andarmene. L’ho passato e sono riuscito ad ottenere un buon vantaggio, che ho poi amministrato nel finale. Ora pensiamo a Valencia, dove vogliamo nuovamente lottare per le posizioni di vertice. È stato un buon week-end per la squadra, non sarà sempre così ma intanto godiamoci questo".

 

Il secondo gradino del podio va a Noriyki Haga, in sella alla Ducati 1198 ufficiale.

"Alla fine era difficile, ho fatto un buona partenza e dopo pochi giri sono riuscito a superare Max nel rettilineo. Ma poco dopo mi ha ripassato ed è stato davvero difficile raggiungerlo. Nell'ultimo giro ho spinto forte e ce l'ho fatta a superarlo, sono molto contento del risultato. Sono molto stanco ma sono contento del risultato di gara 2. Quando Ben mi ha superato, ho cercato di stargli accanto ma era davvero veloce. In un secondo ha guadagnato 100 metri e non sono più riuscito a prenderlo. Abbiamo fatto un buon lavoro e sono in testa al campionato. Ben è più giovane di me di 10 anni, ecco perché ho perso".

 

Un Max Biaggi in grande spolvero ha conquistato il primo podio del nuovo corso dell’Aprilia. Per il pilota romano è stata una grande gara, che ha confermato l’ottimo potenziale della squadra tutta italiana.

"Questa pista è un po’ speciale per me. Haga e Spies sono stati velocissimi, sono i migliori in questo momento e sono contento di essere sempre lì a duellare con loro. La gara è stata dura verso la fine avevo perso un po’ di grip e la pressione di Kiyonari si faceva sentire. Adesso guardiamo a Valencia con un altro spirito, fiduciosi di far bene. Ringrazio ancora il mio team, mi sento a casa con loro, è come una grande famiglia, facciamo tutto con grande entusiasmo mettendoci tutte le nostre forze e dando sempre tutti il massimo".

 

Risultati Gara 1:

1. Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 36'06.304 (160,93 kph)

2. Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1.893

3. Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 2.168

4. Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 12.061

5. Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 12.597

6. Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 12.971

7. Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 13.570

8. Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 19.306

9. Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 19.388

10. Laconi R. (FRA) Ducati 1098R 20.981

11. Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 21.164

12. Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 21.994

13. Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 22.917

14. Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R 27.218

15. Hill T. (GBR) Honda CBR1000RR 31.602

 

Risultati Gara 2:

1. Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 36'02.126 (161,241 kph)

2. Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1.274

3. Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1.622

4. Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 1.845

5. Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 5.117

6. Neukirchner M. (GER) Suzuki GSX-R 1000 K9 9.512

7. Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 9.514

8. Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 12.621

9. Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 13.842

10. Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 13.884

11. Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 13.888

12. Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 14.913

13. Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 15.762

14. Laconi R. (FRA) Ducati 1098R 15.920

15. Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 19.565

 

Punti (dopo 2 di 14 round):

1. Haga 85

2. Spies 75

3. Neukirchner 40

4. Biaggi 38

5. Haslam 36

6. Sykes 32

7. Laconi 30

8. Rea 30

9. Nakano 27

10. Kagayama 25.

 

Costruttori (dopo 2 di 14 round):

1. Ducati 85

2. Yamaha 81

3. Honda 51

4. Aprilia 41

5. Suzuki 40

6. BMW 27

7. Kawasaki 2.

 

Tutto su:

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia

Voglio fare il tester

Acquista il libro online