Social

Cerca nel sito

La ZX-RR '09 e le dichiarazioni di Melandri

Il futuro della Kawasaki nel campionato MotoGP resta...

La ZX-RR '09 e le dichiarazioni di Melandri
...incerto, paradossalmente però la Casa di Akashi prosegue con lo sviluppo della ZX-RR 2009.

Il collaudatore francese Olivier Jacque, reduce da una due giorni di test sul circuito di Eastern Creek (Australia), parla positivamente degli sviluppi della verdona in versione 2009 che, molto probabilmente, avrà un futuro da "moto clienti".

Le parole di Jacque: “Il nuovo telaio risponde bene, soprattutto con l'anteriore, dove si concentravano i nostri problemi lo scorso anno. Durante l'inverno abbiamo lavorato molto su questo aspetto, e adesso c'è molta più stabilità nella parte anteriore, il che aiuta parecchio nelle curve. Ovviamente c'è ancora molto lavoro da fare. I pochi giri fatti con la nuova moto sono un gran passo in avanti, per questo sono fiducioso. Era solo un test, ma gli ingegneri hanno lavorato duramente. Dobbiamo fare qualche aggiustamento in termini di rigidità e a livello di sospensione. In più, dall'ultima volta che sono stato a Eastern Creek sono passati 14 o 15 anni e a quei tempi correvo con la 250, non è facile fare paragoni”. 

La Kawasaki si sta impegnando nello sviluppo di una moto che, durante la prossima stagione, potrebbe essere portata in pista da un team privato, supportato "ufficialmente" dalla Casa e guidato dall'ex team manager della squadra Kawasaki, Michael Bartholemy. Sembra ormai definitivamente sfumata la possibilità di vedere le ZX-RR my '09 nelle mani di un team privato capeggiato da Jorge Martinez. A questo punto rimaniamo in attesa di un accordo tra i vertici di Akashi e Bartholemy.


Intanto Marco Melandri ha rilasciato le prime dichiarazioni ufficiali sulla vicenda
 
“Continuo a chiedermi quale sia l’utilità di fare dei test con una squadra che ufficialmente è stata sciolta dopo la notizia del ritiro, Kawasaki dice che l’anno fiscale è ancora in corso e quindi il budget che era stato messo a disposizione per il Reparto corse ed il team MotoGP nel 2008 può ancora essere utilizzato".

"Un anno finito male e iniziato ancora peggio". Così esordisce il pilota ravennate durante la conferenza stampa che si è svolta a Milano. "Una mattina ho acceso il cellulare mentre ero in vacanza e un sms del mio manager Andrea Vergani mi ha informato che la Kawasaki era uscita dalla MotoGP. Ho sentito confusione, rabbia, scoramento alternato a voglia di lottare.
 
"Ora aspetto una telefonata dell’ex team manager Kawasaki Michael Bartholemy che mi dirà se è disposto a correre con le moto 2009 in un team privato. Il 31 gennaio dovrebbe arrivare una proposta dalla Kawasaki: dovrebbero dirmi se avrò tutto il mio ingaggio, una buonuscita o nulla. Mi auguro che la proposta non sia di andare a lavorare in Giappone in negozio”.

“Di sicuro in questo momento non mi sento un pilota Kawasaki. Ho il coltello dalla parte della lama, sono all’oscuro di tutto, non so come sono andati gli ultimi test, in questa situazione non posso fare altro che aspettare. Quel che è certo è che non mi adeguerò a correre con una moto meno competitiva né penso per ora ad altre competizioni come la Superbike. Piuttosto sto fermo un giro e rientro nel 2010. Magari nel frattempo vado all’Isola dei famosi..."

In questo clima di astio e profonda incertezza la conclusione più plausibile di tutta la vicenda sarebbe quella di vedere Marco Melandri e John Hopkins in sella a due ZX-RR clienti... resta da capire se saranno moto my 2008 o se lo sviluppo della nuova versione continuerà anche al termine "dell'anno fiscale"...

Tutto su:

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia

Voglio fare il tester

Acquista il libro online