Social

Cerca nel sito

eCRP vince la prima dell'e-Power

Stravolgendo i pronostici, Alessandro Brannetti e la eCRP battono a Magny Cours la favoritissima Munch del tedesco Himmelmann.

Dopo delle prove di qualificazione comandate (ma non dominate) dal tedesco Himmelmann, Brannetti si rifà in gara sul tracciato francese, con prestazioni migliori ma soprattutto potendo contare sull'assoluta affidabilità della sua eCRP 1.4.

Già allo start Alessandro riesce a bruciare la TTE, ma al terzo giro Himmelmann rallenta vistosamente, preda di problemi di affidabilità del suo velocissimo ma fragile bolide silenzioso. Brannetti ha praticamente già vinto, anche se la gara è di 6 giri, e al tedesco non rimane che girare di conserva fino alla bandiera a scacchi, dove giunge comunque prima dello spagnolo Manzano. Il pilota del team LNG è l'unico altro in gara insieme a Brannetti e Himmelmann, quindi a fine gara c'è gloria anche per lui. Ma che tristezza un campionato FIM con soli tre partenti...

Per quanto riguarda i tempi Brannetti ha registrato 2'04"389, mentre il suo avversario 2'05"036, a fine gara il team italiano ha registrato 13'34"794 e il team tedesco 16'09"021. Insomma, una vittoria su tutta la linea, dato che il miglior tempo del tedesco è stato fatto durante i primi giri, quando ancora la Münch TTE girava in condizioni normali.

 

 

"Sono felice di questa importante vittoria, le qualifiche di ieri e di questa mattina ci avevano fatto pensare ad una supremazia da parte del team tedesco. Ma l'affidabilità della eCRP 1.4 è stata straordinaria e ha fatto la differenza, portandoci alla vittoria". dice Alessandro Brannetti.

 

Prossimo appuntamento in Germania a Schleiz il 15 maggio con e-Power FIM.

Tutto su:

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia

Voglio fare il tester

Acquista il libro online