Social

Cerca nel sito

Ducati 848 evo: in pista a Imola con Mario Lega

Nell'editoriale parlo di quanto sia fortunato il nostro mondo. Che non solo ci permette di incontrare i nostri idoli, di stare con loro, di parlare con loro, ma anche di girare in pista con loro. Per esempio sempre in questo sito potete vedere il filmato di Troy Bayliss e Luca Scassa al Mugello. Alla presentazione della Ducati 848 evo, a Imola, ho incontrato Mario Lega (il Campione del Mondo 1977 classe 250 con la Morbidelli) e ho fatto qualche giro in pista con lui. Ecco il filmato.

Ducati 848 evo: in pista a Imola con Mario Lega

Motociclisti: un mondo a parte (fortunato)

 

Se state leggendo queste righe non devo fare molta fatica per convincervi che il Motociclismo è uno sport meraviglioso. Però c’è una cosa a cui tengo, e su questa vorrei fare due chiacchiere con voi.

Ditemi qual è l’altro sport, o disciplina o ramo dello spettacolo che ti permette di vivere un’esperienza da sogno. Faccio qualche esempio: puoi cantare con Bono Vox? Suonare il sax con Sonny Rollins? La chitarra con Bruce Springsteen? Giocare a calcio con Del Piero, Beckham, Ronaldo? Puoi fare queste cose? No, non le potrai mai fare. Credo che al mondo siano davvero poche le persone che hanno la fortuna di poter arrivare fino ai loro idoli. Noi motociclisti siamo diversi: ci arriviamo.

 

In pista con i Campioni del Mondo

A Misano, anni fa, in occasione della presentazione della GSX-R 750 ho incontrato Kevin Schwantz. Era ai box con noi. Purtroppo non abbiamo girato assieme (cioè io non ho girato con lui), ma forse meglio così: sapere che dietro di te c’è il grande Kevin ti potrebbe emozionare così tanto da farti fare un dritto. La staccatona a Hockenheim in lotta con Rainey l’avremo vista cento volte e ogni volta ci fa venire la pelle d’oca: il superMito era lì con noi.

Ma la prima volta seria, quando ho incrociato le mie traiettorie con quelle di un mito del motociclismo è stato a Misano: Mario Lega. Da piccolo lo andavo a vedere che correva nella 250, e indovinate un po’ dove? Proprio a Misano. Potete immaginare cosa ho provato trovandomi in piega con lui proprio al Carro: un’emozione incredibile.

Oggi l'ho ritrovato a Imola, alla presentazione della Ducati 848 evo, nel filmato c'è il racconto di quei momenti e di un giro in pista fatto insieme.

 

 

 

A scuola con Marco Lucchinelli

Al DRE, la straordinaria scuolaguida Ducati, sono capitato nel gruppo con Marco Lucchinelli. Prima lui davanti, a mostraci le traiettorie, poi si cambiava, io davanti, lui dietro. Sono arrivato un po’ lungo alla Piratella...

Alla presentazione dei nuovi caschi Nolan c’erano Jorge Lorenzo, Marco Melandri e Carlo Checa. Abbiamo girato in pista con loro; sono salito in sella alla CBR di Melandri (guidava lui, pagina 62 di questo numero).

Al Mugello sono stato ai box con Troy Bayliss. Altra tremarella. Per fortuna non sono entrato in pista, mi avrebbero raccolto a Scarperia.

Però, sapete, il fatto di impressionarsi è piuttosto comune. In quella giornata - trovate il resoconto a pagina 34 di questo numero - c’era anche Luca Scassa - che anche lui un mito per me, per molti - e ha detto: “Che emozione vedere la mia moto vicina a quella di Troy”. E lui è uno che ogni gara fa a spallate con i big del Mondiale. Se si emoziona lui, noi cosa possiamo fare?

 

Tante cose in comune

Sapete cos’hanno in comune questi supereroi? Che sono appassionati. E allora li vedi che sono lì che ti danno ascolto, che girano con te nonostante siano su un pianeta di un’altra costellazione, e poi ti parlano, ti raccontano, mai stanchi, mai annoiati. Dimostrano passione pura e una pazienza infinita. Molti, non tutti ma quasi tutti: motociclismo è passione.

Un’altra cosa è che quando vanno in moto ti lasciano a bocca aperta. In comune, parlo di chi ho visto in azione, hanno una guida che dire pulita è riduttivo: è esemplare, perfetta. Mai una sbavatura, una sgommata, un traverso. Sono lì con te, segui le loro traiettorie spettacolari per uno, due, tre giri e credi pure di saper guidare. Poi succede che a un certo punto... due curve e spariscono. Succede così, senza sforzo, come se per loro fosse la cosa più naturale del mondo. Beh, in effetti per loro lo è.

Quando pensiamo a queste cose, e in particolare alla guida sportiva, dobbiamo pensare che siamo davanti a dei grandi talenti, i migliori del mondo. Un po’ come Bono Vox, Sonny Rollins, Bruce Springsteen...

 

Una fortuna a portata di mano

Non pensiate che questi eroi siano irraggiungibili. Ovviamente chi lavora nel settore è grandemente avvantaggiato e le occasioni per conoscerli numerose. Ma se ci si informa si vede che le possibilità per incontrarli non mancano: presentazioni, iniziative, scuola guida... Tornando a quella di Bayliss, per esempio, Rosso Corsa sta organizzando una puntata a Laguna Seca, e lì ci potrebbe essere la possibilità di entrare in pista con Fogarty. Avete il coraggio di buttarvi nel Cavatappi dietro a uno con quegli occhi così? Beh, mica è obbligatorio.

Tutto su:

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia

Voglio fare il tester

Acquista il libro online