Social

Cerca nel sito

La Magni 2011 in pista

Primi km in pista a Franciacorta per la nuova Magni Guzzi, realizzata per correre al Bol d'Or Classic. Le immagini e la storia della moto raccontata direttamente dal suo creatore

Magni torna in pista

 

Dopo la presentazione ufficiale al raduno mondiale MV Agusta dell'11-12/6/2011 (cliccate qui per il nostro articolo in esclusiva), la novità Magni per il 2011 muove i primi passi in quello che è il suo terreno d'elezione: la pista. Ricordiamo, infatti, che questa splendida special racing vintage su base Moto Guzzi nasce per correre al Bol d'Or Classic (11 settembre 2011), quindi è naturale che lo sviluppo venga fatto in pista.

 

Nella gallery vi mostriamo le foto in esclusiva (scattate da Federico Monguzzi) del test del 24 giugno a Franciacorta, mentre nelle prossime righe la parola a Giovanni Magni, che ci racconta direttamente la storia della sua moto.

 

 

"Il progetto è nato quando i miei clienti del club Magni Bayern  mi hanno informato che avevano organizzato un raduno per i possessori di moto Magni nel week end del Bol d'Or Classic  10-11 settembre (programma qui  http://magni.it/2011_magnycours.htm). Per cercare di dare un'attrattiva in più al raduno, mi è venuta l'idea di chiedere agli organizzatori del BOC se avrebbero potuto accettare una Magni Guzzi.

Da regolamento sono ammesse solo moto prodotte tra il '60 e l'80, la mia prima Magni Guzzi è stata progettata-costruita nell’83-84. Dopo qualche scambio di opinioni abbiamo raggiunto l'accordo, una Magni potrà partecipare alla gara del BOC 2011 anche se nel piazzamento finale delle due manche sarà fuori classifica.

Così è iniziato il progetto.

 

Come più volte affermato, i nostri clienti diventano molto spesso buoni amici ed entrano a far parte della "famiglia". Ho parlato della mia idea ai ragazzi del Guzzi team 72 (http://ateam72.blogspot.com/), Oscar Buratti e i piloti Massimo Peronetti e Matteo Stella, che si sono subito sentiti coinvolti nel progetto.

Abbiamo concordato che io avrei sviluppato tutta la ciclistica e loro mi avrebbero messo a disposizione il motore con il quale avevano disputato alcune gare del Campionato Europeo Endurance Epoca (Coppa UEM meeting moto epoca endurance classiche – cat. OPEN) con i seguenti piazzamenti: 2008 Franciacorta 1° posto; 2009 Adria 3° posto.

 

È iniziato così lo sviluppo della moto per la gara. Sono partito dal nostro primo telaio progettato per il motore Guzzi e, rispettando il regolamento del BOC, ho provveduto a fare dei lavori di rinforzo-miglioramento. È stata adottata una forcella convenzionale (Marzocchi) con diametro 40 mm, ammortizzatori Koni rivisti da noi, freni a disco non flottanti in acciaio da 300 mm (sono replica Brembo, li facciamo noi), pinze Brembo P2F08 a 2 pistoni, pneumatici Dunlop (posteriore da 150), ruote da 18" (misura minima ammessa dal regolamento) e sezione max del cerchio posteriore  4.00". Anche la linea della moto rispetta i canoni dell’epoca.

 

Questa è la Magni 1000 per il Bol d’Or Classic. Del primo test a Franciacorta e i piloti sono stati soddisfatti, adesso stiamo procedendo con alcuni affinamenti ed al completamento degli altri particolari per la gara, impianto luci per la notturna, ecc".

 

 

Scheda preparazione motore

Preparazione motore Ellemotors Seregno

cilindrata 1062 cc

pistoni da 92 mm

valvole 47 mm, 40 mm

teste e condotti lavorati

camme speciali endurance

albero motore alleggerito

bielle Pankl

distribuzione ergal denti dritti

carburatori PHM 40 Dellorto

Scarichi artigianali in acciaio inox (Exan)

 

 

Ciclistica

Telaio Magni in acciaio

Sospensione anteriore: forcella tradizionale  Marzocchi 40 mm Ø

Sospensione posteriore: ammortizzatori Koni regolabili nel precarico (rivisti da Magni)

Forcellone: parallelogramma (brevetto Magni)

Freno anteriore: doppio disco in acciaio di 300 mm Ø (Brembo replica), pompa Brembo, pinza Brembo a due pistoncini

Ruote: Magni in magnesio da 18”, posteriore con canale da 4.00”

Pneumatici: Dunlop

Tutto su:

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia

Voglio fare il tester

Acquista il libro online